buone e cattive acque
Fonte della foto: st.ilfattoquotidiano.it

Legambiente ha presentato il nuovo rapporto sullo stato di salute dei corpi idrici italiani, un viaggio nell’Italia delle buone e cattive acque. Dall’inquinamento da Pfas in Veneto e in Piemonte alla contaminazione della Valle del Sacco. Dai reflui sversati nel fiume Sarno e nel lago d’Orta al problema della gestione delle falde nelle aree post sisma dove si sono registrate anomalie nel regime idrologico dei corsi d’acqua. Storie di inquinamento e di malagestione dei corpi idrici. Non mancano però le buone pratiche che mettono al centro la tutela dell’acqua attraverso ad esempio la stipula di Contratti di Lago o progetti di citizen science.

  • Buone e cattive acque. Storie di falde, fiumi e laghi inquinati, ma anche di acque salvate | Report 2019legambiente.it
  • Luisiana Gaita, Giornata mondiale dell’acqua, dalle Pfas del Veneto ai pesticidi in Emilia: solo il 43 per cento dei fiumi sta bene davvero, «Il Fatto Quotidiano», 22.3.2019 | ilfattoquotidiano.it